CREACTIVITAS

4 novembre 2013

RAVELLO LAB: IL NOSTRO RACCONTO

1453563_10151755101217759_1422060648_n

L’edizione 2013 di Ravello Lab, il forum Europeo promosso da Federculture e dal Centro Europeo per i Beni Culturali con l’obiettivo di fornire proposte e soluzioni alle politiche di sviluppo territoriale centrate sulla valorizzazione del patrimonio culturale e sul sostegno delle industrie creative, attraverso lo scambio di esperienze tra operatori, amministratori ed esperti italiani ed europei, quest’anno è stata dedicata ad “Innovazione sociale, imprese culturali e partecipazione dei cittadini”.

Per meglio approfondire questi temi, accanto alle due plenarie, quella d’apertura il giovedì pomeriggio e quella di chiusura il sabato mattina, si è deciso come di consueto di suddividere in panel paralleli – quest’anno due – l’andamento dei lavori, in modo tale da produrre, da diverse angolature e punti di vista, le considerazioni relative alla tematica considerata. I due panel di quest’anno sono:

  • Cittadinanza attiva e sviluppo: processi e strumenti per la valorizzazione culturale di città e territori che, partendo dalla Convenzione di Faro, si propone di esaminare le varie esperienze di Partenariato Pubblico Privato visto come nuova modalità di sviluppo territoriale a base culturale, a partire dall’opportunità di inquadrarlo nell’ambito di una progettualità integrata tra diversi livelli istituzionali che favorisca la partecipazione attiva dei cittadini;
  • Business Incubation process to support the development of cultural and creative industries (Processi di incubazione aziendale per supportare lo sviluppo delle industrie culturali e creative) che si propone di mettere a confronto, sui temi dell’incubazione e dell’accelerazione delle industrie culturali e creative, differenti realtà ed esperienze europee allo scopo di elaborare soluzioni e proposte che siano in grado di migliorare e rendere più efficaci ed efficienti i modelli di gestione, i processi di erogazione di servizi degli incubatori a sostegno della crescita complessiva e dello sviluppo competitivo dei territori. Continua a leggere →

Commenti disabilitati su RAVELLO LAB: IL NOSTRO RACCONTO

15 settembre 2013

TUTTI PRONTI PER MADI? CONCORSO DI IDEE INNOVATIVE PER CAMPI FLEGREI!

Si terrà martedì 17 settembre alle ore 17:00  un altro appuntamento di Madi – Malazè Discovering Ideas, il progetto nato all’interno di Malazè, l’evento archeo-enogastronomico dei Campi Flegrei. L’evento si terrà all’Hotel cala Moresca in via Faro 44 a Bacoli (Napoli). 

1232502_10201747422634684_1065338225_n

Ad introdurre la giornata e il Contest sarà il direttore scientifico di Creactivitas Fabio Borghese, nonché Project Manager del progetto Madi; seguono gli interventi di Vincenzo Figliolia (sindaco di Pozzuoli), Ermanno Schiano (sindaco di Bacoli), Francesco Paolo Iannuzzi (sindaco di Monte di Procida) e Rosario Mattera (organizzatore di Malazè).

Lo step successivo sarà la presentazione del Rapporto Fondazione Symbola 2013: “Io sono cultura. L’Italia della qualità e della bellezza sfida la crisi” con Fabio Renzi (segretario generale Fondazione Symbola) e Domenico Sturabotti (direttore generale Fondazione Symbola).

Terzo step la presentazione di “Madi – imprese, territorio e sviluppo culture driven: scenari ed orientamenti”, dove interverranno Claudio Bocci (direttore sviluppo e relazioni internazionali di Federculture), Carlo Infante (presidente Urban Experience), Marco Leonetti (esperto creazione di impresa di Campania Innovazione), Ettore De Lorenzo (giornalista e scrittore), Francesco Escalona (architetto territorialista),  Roberto Esposito (Ceo DeRev).

Cos’è il Madi con il Malazè Discovering ideas?

Tutti sono chiamati a formulare idee per la costruzione del Distretto Culturale e per favorire la messa a sistema e a valore delle straordinarie risorse, materiali e immateriali, del territorio. Gli ambiti tematici in cui formulare i progetti sono:  ambiente, food, cultura, social business, artigianato e mestieri, educational. Il concorso è aperto a tutti: persone singole o in gruppo, associazioni, imprese e scuole. Il termine ultimo per la presentazione delle idee è il 20 settembre.

I migliori progetti saranno presentati durante un evento finale e una Commissione Consultiva, formata da autorevoli esperti, esprimerà un parere di valutazione e suggerimenti per il successivo sviluppo e indirizzo dei progetti.

I progetti verranno inseriti nella pubblicazione “Madi –Catalogo delle idee dei Campi Flegrei Creativi”. Il catalogo sarà presentato entro il 2013, e sarà messo a disposizione di chi è interessato a sostenere e sviluppare le idee presentate.

Il Team del Madi: Fabio Borghese (project manager), Costantino Sgamato (visual communication), Giannantonio Scotto di Vetta  (operation manager), Claudio Calveri  (content management), Antonio Russo De Vivo  (communication).

Questo evento è tenuto in collaborazione con Creactivitas e con tanti altri importantissimi partners: Fondazione Symbola, Federculture, Campania Innovazione, DeRev.com, BraInEarth, Urban Experience, Comune di Pozzuoli, Comune di Bacoli, Comune di Monte di Procida.

Il team di Creactivitas che seguirà l’evento vi terrà informati sulla giornata del 17! Cosa state aspettando? Lasciatevi guidare dalle vostre idee!

Per maggiori informazioni

visita la pagina facebook di Madi – Malazè Discovering Ideas

Il Team di Creactivitas

Commenti disabilitati su TUTTI PRONTI PER MADI? CONCORSO DI IDEE INNOVATIVE PER CAMPI FLEGREI!

17 agosto 2013

CREACTIVITAS SEGUIRA’ ANCHE QUEST’ANNO RAVELLO LAB – COLLOQUI INTERNAZIONALI.

ravellolab

Il Giornale delle Fondazioni annuncia le giornate di Ravello Lab – Colloqui Internazionali che si terranno il 24 – 25 – 26 ottobre 2013. Giunto all’ottava edizione, Ravello Lab verrà seguito per la terza volta dal Team di Creactivitas, che con l’ausilio di piattaforme digitali e di social media, realizzerà un report dinamico e in real time delle analisi e delle proposte dei due panel di lavoro.

Segui il nostro lavoro e gli aggiornamenti 

on Facebook

on Twitter @Creactivitas

Segui Ravello Lab – colloqui internazionali 

on Twitter @RavelloLab

on Facebook 

Official website Ravello Lab

Lo Staff di Creactivitas

Commenti disabilitati su CREACTIVITAS SEGUIRA’ ANCHE QUEST’ANNO RAVELLO LAB – COLLOQUI INTERNAZIONALI.

10 ottobre 2012

CREACTIVITAS PULSE ON: VIETRI CERAMICA HUMUS CREATIVO

Al via il primo step di un ciclo di workshop dal titolo PULSE ON.  Un progetto di visone che mette al centro CULTURA , CREATIVITA’ e DESIGN come agenti di innovazione. Mira a stimolare e orientare i territori verso questa visione strategica di sviluppo.

Lo scorso 6 ottobre alle ore 18:00, nella suggestiva e colorata Villa Comunale di Vietri sul Mare, si è svolto il workshop “PULSE ON: Vietri, Ceramica Humus Creativo. Visioni e spunti attraverso la riattivazione creativa del territorio”. L’evento era collaterale alla giornata conclusiva  della III edizione del premio “ Vietri sul mare”, che quest’anno si è concentrato sul tema della Cultura, tutelata dall’art. 9 della Costituzione. A questo proposito è stato premiato il Direttore del Sole 24Ore, Roberto Napoletano, che ha promosso con il suo giornale il “Manifesto per la cultura”.

In un’atmosfera quasi fiabesca, musica, racconti, luci e suggestioni visive, si sono incontrati, per dar vita ad un favoloso momento performativo di contaminazione tra tradizione e innovazione.

A dare il via all’evento il suono di un clarinetto; sullo sfondo il mare e una leggera brezza che accompagnava il tramonto.

Il contagio tra cultura e innovazione, nasce, in incontri come questo, attraverso il confronto e l’elaborazione creativa della cultura.

Creactivitas, come Laboratorio di Economia Creativa dell’Università degli Studi di Salerno, insieme al dipartimento della S.U.N. ( Seconda Università di Napoli) I.D.E.A.S. (Idustrial Design Ambiente e Storia), ADI, Federculture e Napoli Città della Letteratura, ha dato vita all’iniziativa PULSE ON. Questo progetto si propone di mettere al centro alcuni elementi che riteniamo fondamentali per la riattivazione creativa dei nostri territori che   scontano una grande sofferenza di competitività, nonostante abbiano delle potenzialità straordinarie legate alla loro storia. La creatività e la cultura, combinate  con il design, possono dare una identità competitiva forte ai nostri territori, connettendoli ai flussi internazionali dai quali oggi sono esclusi. Siamo partiti da Vietri che ha una fortissima identità e un humus creativo, che è la ceramica», ha spiegato il Prof. Fabio Borghese, Direttore Scientifico di Creactivitas.

PULSE ON ha l’obiettivo di riattivare questo, come altri territori, che hanno analoghe risorse. Nel caso di Vietri, l’elemento su cui ruota l’attenzione di PULSE ON è la ceramica, da sempre carattere distintivo della città. A ricordarci quella che è l’eccellenza di questo luogo, nel corso dell’evento, sono state interpretate delle vecchie lettere, che facevano riferimento all’antica arte del modellare e dipingere la creta. Nel corso della performance “Risonanze”, curata da Marialuisa Firpo e Gabriella Grizzuti, su uno sfondo bianco, le mani di un artista disegnavano immagini ora astratte e non, con qualche parola chiave tratta dai testi; il tutto è avvenuto in quello che si può definire un “flusso di creatività”.

Anche Claudio Calveri, giunto a rappresentare Napoli Città della Letteratura ha affermato che: “Investire in questi campi produce valore economico[…] Occorre utilizzare le risorse culturali che un territorio ha a disposizione.[…] Nel disegno creativo dev’esserci una collaborazione delle Istituzioni con le risorse culturali”.

La prof.ssa Patrizia Ranzo di I.D.E.A.S ci ha spiegato come si può tradurre il concetto di distretto creativo in realtà; sfruttando la filosofia del Design Oriented possiamo trovarci innanzi ad uno sviluppo di nuove visioni ambientali. Grazie ad una serie di immagini raffiguranti progetti di grande livello nel settore della ceramica, ha evidenziato come la fusione di vari linguaggi trova una sintesi precisa all’ interno della realizzazione di questi spazi artistici di forte innovazione.

A questo proposito abbiamo chiesto alla Prof.ssa Stefania Zuliani, docente di  museologia e critica d’arte presso l’Università degli Studi di Salerno come  i linguaggi dell’arte possono generare innovazione: “E’ nella natura stessa dell’arte generare qualcosa di innovativo. La stessa conoscenza del reale è basata sull’innovazione. Parlando di arte, parliamo di un modello applicato di sviluppo. Parliamo anche di una qualità estetica che non significa bellezza, ma elementi che si basano su punti di vista che però non sono legati solo alla realtà. Quella di oggi, per esempio, è una formula interessante per la sua agilità, perché si può creare un contagio che raramente avviene nelle normali conferenze; ma con incontri che in qualche modo riescono a coinvolgere il pubblico”.

Il Presidente dell’Associazione per il Disegno Industriale Delegazione Campania, Salvatore Cozzolino, ha dato forte esempio di come la tradizione è utile allo sviluppo dell’innovazione. L’associazione ha creato delle botteghe nelle quali artisti, che hanno voglia di sperimentare, creano oggetti nuovi sviluppati con materiali tradizionali. In questo caso, utilizzando la ormai quasi dimenticata porcellana fine di Capodimonte.

Carla Giusti, dirigente di Campania Innovazione, ha puntato l’attenzione sul concetto di “territorio come museo diffuso”, evidenziando che “per generare esperienza, bisogna operare una attivazione partecipata”. Offrire un coinvolgimento partecipativo, fondendo tradizione e innovazione con il sapere e il saper fare. Conoscere, apprendere, formarsi; tutto ciò grazie alla trasposizione da museo a museo aperto. Il territorio di Vietri, con la sua ceramica, deve diventare un museo diffuso, contenitore aperto di cultura, luogo nel quale  la popolazione partecipa alla realizzazione e allo sviluppo territoriale.

L’architetto Mariella Barone ha invece espresso il suo pensiero circa la possibilità di far uscire l’attività vietrese dai confini cittadini e cercare in questo modo di coinvolgere e suscitare l’interesse dei più giovani: “ Nel caso  dell’attività della ceramica a Vietri, quello che manca veramente è una scuola; ci sono molte botteghe, ma istituti che formino i ragazzi e li avvicinino all’artigianato, purtroppo non sono presenti. Una scuola, in questo caso, potrebbe essere un incentivo per portare persone dall’esterno. In questo modo si creerebbe una rete che potrebbe coinvolgere anche i giovani che non conoscono la realtà della ceramica vietrese; così si andrebbero a rinnovare le energie”.

Significativo intervento quello del Direttore di Federculture, Claudio Bocci, che ha evidenziato, con cifre precise, l’importanza dello sviluppo del patrimonio culturale in Italia. Nell’ultimo anno, ovvero nel 2011, la domanda di “cultura” ruota intorno ai  settanta miliardi di  euro, crescendo di ben due punti rispetto al 2010, e il valore aggiunto del PIL è del 5,4%, con sei milioni di addetti in tutta Italia. Aggiungendo a ciò le filiere delle Industrie Culturali e Creative, si raggiunge il 15,4%, ma nonostante questi dati forti, il peso della cultura non viene ancora avvertito nella politica pubblica. Bisogna quindi stimolare una politica di sviluppo consapevole, poiché la cultura in Italia è il contenuto più forte per essere competitivi.

A conclusione di questa fruttuosa giornata, c’è stata la consegna del premio “Vietri sul mare”, come si è detto, assegnato quest’anno al Direttore del sole 24 Ore , Roberto Napoletano, che ha ringraziato il team di Creactivitas, che post premiazione lo ha intervistato : “ La cultura è il grande patrimonio dell’Italia, che è conosciuta nel mondo proprio per il patrimonio artistico, storico e museale. La lingua identificata come lingua della cultura è quella Italiana. Io credo che investendo anche con risorse proprie, in maniera intelligente, senza dover ricorrere a soldi pubblici, riconoscendo noi stessi il valore che abbiamo sul nostri territorio, possiamo creare un moltiplicatore di ricchezza, valore ed occupazione, pari ai grandi marchi dell’alta moda italiana. La cultura deve diventare il nostro brand, il nostro marchio identificativo. Ciò che occorre fare, è riscoprire le nostre radici per creare innovazione; andare avanti, molto avanti, puntando sul nostro patrimonio”.

 

Sara Formisano

Maria Rossella Scarpa

intervento collaborativo di Franco Cappuccio

Foto: Michele Mari

 

 

Commenti disabilitati su CREACTIVITAS PULSE ON: VIETRI CERAMICA HUMUS CREATIVO

20 aprile 2012

LA CULTURA PER LO SVILUPPO DELLE CITTA’ E DEI TERRITORI

Presentazione delle raccomandazioni di Ravello Lab 2011, presso la Camera di Commercio di Salerno.

Lo scorso lunedì 16 aprile alle 15:00 pressola Camera di Commercio di Salerno si è svolta la presentazione delle raccomandazioni dell’edizione 2011 di Ravello Lab. Sono intervenuti i principali protagonisti della rassegna che si sono interrogati intorno ai temi della cultura e delle creatività. Come dice, infatti, il titolo dell’incontro, la cultura può e deve essere motore per lo sviluppo delle città. È molto importante affidarsi alla cultura in un periodo in cui la crisi economica ha colpito duramente le economie occidentali. I protagonisti della tavola rotonda che si è svolta durante l’incontro hanno sottolineato la necessità di un ripensamento delle strategie di sviluppo dei territori. La cultura, in questo contesto, assume un ruolo centrale per la crescita economica e la coesione sociale. I più recenti orientamenti europei sono stati l’Agenda 2020 e il Libro Verde sulle industrie culturali creative, dove l’Unione Europea conferma le indicazioni di sostegno allo svilupppo basato sulla conoscenza e sull’innovazione per una crescita competitiva, sostenibile ed inclusiva, che produca maggiore coesione sociale. I colloqui di Ravello Lab sono un momento di incontro tra i maggiori esponenti europei delle realtà economiche e delle politiche sociali dei paesi europei, e forniscono un contributo originale alla ridefinizione delle politiche pubbliche per lo sviluppo locale incentrato, come si è detto, sulla cultura.

Protagonisti dell’incontro sono stati: Luigi Fusco Girard ( Univeristà di Napoli Federico II), Pierpaolo Forte (Presidente Fondaione Donnaregina Napoli, Univeristà del Sannio), Alfonso Andria (Presidente Comitato Ravello Lab), Guido Arzano (Presidente Camera di Commercio di Salerno), Maria Galante (Prorettore dell’Università degli Studi di Salerno) e Claudio Bocci (Direttore Federculture e Consigliere delegato Ravello Lab) . Era inoltre presente lo staff di Creactivitas, Laboratorio di Economia Creativa dell’Università di Salerno, diretto dal Prof. Fabio Borghese che ha moderato  la tavola rotonda, svoltasi dopo le raccomandazioni.

Il gruppo ha partecipato attivamente alla sesta edizione di Ravello Lab, nell’elaborazione dei contenuti scientifici, dell’attività di reporting e gestione dell’evento. Nel corso del seminario sono stati proiettati dei contenuti multiediali che testimoniano il lavoro svolto dallo staff di Creactivitas nell’ambito di Ravello Lab 2011.

Sara Formisano

foto: Michele Mari

Commenti disabilitati su LA CULTURA PER LO SVILUPPO DELLE CITTA’ E DEI TERRITORI