CREACTIVITAS

6 dicembre 2014

FEEDING CREATIVITY – OUTPUT FINALI

I designers  e i makers creativi dell’artigianato pugliese si incontrano, a Bari all’Officina degli Esordi, per immaginare nuove modalità  produttive e nuovi scenari per  valorizzare il territorio.
B29bHiaCUAA4hJf

Qualche settimana fa una parte del nostro team è stata a Bari per  Feeding Creativity, un seminario e workshop di due giorni sul tema del Design e dell’Artigianato. Oltre ad essere presente nei ruoli di discussant e facilitator con Fabio Borghese e Claudio Calveri, Creactivitas ha curato la parte di active reporting e digital storytelling. Potete consultare tutti i materiali raccolti nella nostra Mural.ly (clicca qui). Inoltre potete accedere alla Prezi (clicca qui) e lo Storify (clicca qui). 

Parlare di creatività e di industrie creative oggi vuol dire considerare un pezzo importante di quello che può essere il motore di sviluppo per la crescita sociale, economica e sostenibile dell’Italia (e non solo). Va ricordato ,come evidenzia “Io sono Cultura” Rapporto Symbola  2014 che l’intera filiera  della cultura genera il 5,4% del PIL italiano in maniera diretta .In via indiretta arriva ,addirittura , al 12,5% del PIL in quanto è in grado di orientare e generare valore economico anche in una serie  di settori, da quelli più affini (ad es. la moda,il food  e i prodotti di lusso) a quelli che sembrerebbero più lontani elettivamente (la domanda dell’elettronica di consumo è data proprio dalle industre creative, che con le loro funzionalità aggiuntive e le app, ad esempio, sono in grado di sviluppare ed orientare i mercati). Ciò vale anche per le produzioni artigiane,  che grazie all’aiuto di un’industria creativa come il design, inteso sia come design di prodotto, sia soprattutto come metodologia di approccio ai problemi (il cosiddetto design thinking), sono in grado di dare quel boost competitivo in grado di posizionare le imprese sullo scacchiere internazionale. Continua a leggere →

Commenti disabilitati su FEEDING CREATIVITY – OUTPUT FINALI

14 ottobre 2014

CREACTIVITAS ECOC TOUR TRA TERRITORI E INDUSTRIE CREATIVE

Se questa estate 2014 non è stata caratterizzata da grande caldo e temperature per così dire “consone” alla stagione, si è trattato di un periodo molto caldo per le attività di CreActivitas, che da Maggio a Settembre si è trovata a vivere l’atmosfera di quattro delle sei finaliste al titolo di Capitale Europea della Cultura per il 2019, che verrà decisa, dopo anni di lavoro sul territorio, Venerdì 17 alle 17 (la Commissione è sicuramente stata burlona per quanto concerne la scaramanzia).

Il tour prende le sue mosse, almeno nella sua fase ideativa, già da Dicembre 2013, quando CreActivitas, in collaborazione con l’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi, presso la prestigiosa sede dell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Salerno, ha organizzato un convegno dal titolo “La dimensione europea delle capitali della cultura” in cui ha invitato le sei città finaliste (in rigoroso ordine alfabetico Cagliari, Lecce, Matera, Perugia, Ravenna, Siena) più Leuwaarden 2018, città capitale per i Paesi Bassi, La Valletta 2018 per Malta, Marsiglia 2013 per la Francia ed una serie di altre esperienze internazionali molto valide. Il convegno è stato così l’occasione per entrare nel mood del concetto di candidatura e della rilevanza internazionale del modello, capace di poter attivare, attraverso processi gestionali complessi e di lunga visione strategica, una rigenerazione urbana culture-based capace di generare valore aggiunto sia in termini economici che sociali che ambientali sul territorio.

IMG_1266

La prima città ad essere stata visitata dal team di CreActivitas è stata Matera la cui visita, il 21 Maggio 2014, è coincisa con l’esito interessante di un workshop organizzato dalla candidatura in collaborazione con l’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi, con cui CreActivitas ha collaborato e collabora a più riprese, e con Waag Society, società di Amsterdam che avevamo già conosciuto in occasione di ArtLab nel Settembre 2013 a Lecce. La particolarità di questa società, oltre ad essere un istituto di eccellenza a livello europeo nei progetti che combinano arte, scienza, sociale e tecnologia, è dovuta ad esempio dal metodo che caratterizza il loro lavoro, che consiste nell’elaborare progetti coinvolgendo direttamente gli artisti, i creativi e gli utenti stessi (metodo “users as designers”). Continua a leggere →

Commenti disabilitati su CREACTIVITAS ECOC TOUR TRA TERRITORI E INDUSTRIE CREATIVE

30 maggio 2014

CREATIVITA’, CULTURA E IMPRESA – CREACTIVITAS AD AVANZI

cultura_banner-300x140

CreActivitas a Milano, presso la sede di AvanziMake a Cube, habitat di incubazione d’impresa a base culturale, creativa e sostenibile, tra i più interessanti attualmente in attività sul suolo italico, per un duplice scopo: da un lato lavorare ad una riunione allargata con una serie di partner nazionali ed internazionali al fine di sviluppare un nuovo modello internazionale di incubazione creativa, e dall’altro partecipare all’incontro pubblico sui temi di cultura e startup organizzato dall’incubatore milanese.

Nella prima parte della giornata si è svolto un workshop avente ad oggetto lo sviluppo di un nuovo modello di incubazione culturale e creativa focalizzato sul concetto di idea generation, con l’obiettivo di creare un benchmark internazionale; hanno partecipato ai lavori Giovanni Petrini, Principal di Avanzi e Senior Tutor di Make a Cube, Giorgia Turchetto, docente de “La Sapienza” e direttrice del Master in Digital Heritage, Claudio Calveri, responsabile del progetto Napoli Città della Letteratura UNESCO e CoFounder di Creactivitas, Fabio Borghese Founder di Creactivitas, Marco Leonetti, esperto di creazione di impresa, Antonio Venece direttore IED Roma e Claudio Amenta di Makers. Il progetto prende le mosse dal lavoro compiuto a Ravello Lab 2013, dove una serie di partners internazionali ha ragionato sul superamento del modello EBN per l’incubazione d’impresa a base culturale e creativa. Questi ragionamenti, integrandosi con quelli effettuati da Avanzi, da Creative Clusters e dagli altri partner coinvolti, hanno gettato le basi per un modello che si proponga di seguire il processo d’incubazione e di startup a partire dall’idea e della sua profilazione, attraverso la metodologia del design thinking, fino ad arrivare alla creazione del business plan e della creazione di un pitch con cui attrarre potenziali investitori. Continua a leggere →

Commenti disabilitati su CREATIVITA’, CULTURA E IMPRESA – CREACTIVITAS AD AVANZI

4 novembre 2013

RAVELLO LAB: IL NOSTRO RACCONTO

1453563_10151755101217759_1422060648_n

L’edizione 2013 di Ravello Lab, il forum Europeo promosso da Federculture e dal Centro Europeo per i Beni Culturali con l’obiettivo di fornire proposte e soluzioni alle politiche di sviluppo territoriale centrate sulla valorizzazione del patrimonio culturale e sul sostegno delle industrie creative, attraverso lo scambio di esperienze tra operatori, amministratori ed esperti italiani ed europei, quest’anno è stata dedicata ad “Innovazione sociale, imprese culturali e partecipazione dei cittadini”.

Per meglio approfondire questi temi, accanto alle due plenarie, quella d’apertura il giovedì pomeriggio e quella di chiusura il sabato mattina, si è deciso come di consueto di suddividere in panel paralleli – quest’anno due – l’andamento dei lavori, in modo tale da produrre, da diverse angolature e punti di vista, le considerazioni relative alla tematica considerata. I due panel di quest’anno sono:

  • Cittadinanza attiva e sviluppo: processi e strumenti per la valorizzazione culturale di città e territori che, partendo dalla Convenzione di Faro, si propone di esaminare le varie esperienze di Partenariato Pubblico Privato visto come nuova modalità di sviluppo territoriale a base culturale, a partire dall’opportunità di inquadrarlo nell’ambito di una progettualità integrata tra diversi livelli istituzionali che favorisca la partecipazione attiva dei cittadini;
  • Business Incubation process to support the development of cultural and creative industries (Processi di incubazione aziendale per supportare lo sviluppo delle industrie culturali e creative) che si propone di mettere a confronto, sui temi dell’incubazione e dell’accelerazione delle industrie culturali e creative, differenti realtà ed esperienze europee allo scopo di elaborare soluzioni e proposte che siano in grado di migliorare e rendere più efficaci ed efficienti i modelli di gestione, i processi di erogazione di servizi degli incubatori a sostegno della crescita complessiva e dello sviluppo competitivo dei territori. Continua a leggere →

Commenti disabilitati su RAVELLO LAB: IL NOSTRO RACCONTO

11 ottobre 2013

NUOVE COMPETENZE E FABBISOGNI FORMATIVI PER IL MANAGEMENT DI IMPRESE CULTURALI E INDUSTRIE CREATIVE

I futuri scenari del management della cultura sono stati analizzati in un’animato ed interessante dibattito grazie ad un’eterogenea platea di esperti al confronto sui temi delle competenze e della formazione. Creactivitas ha partecipato all’evento con la presenza del direttore Fabio Borghese in qualità di discussant, e con il team di giovani creActivi alle prese con l’attività di reporting, live tweeting e l’implementazione real time della lavagna interattiva Prezi.

Banner900x224px

Il problema della formazione relativa al management culturale è una questione molto seria, legata al mondo delle industrie culturali e creative oggi: se da un lato la formazione accademica appare molto lacunosa e frammentaria, dall’altro sono disseminati lungo tutto il territorio Nazionale corsi e workshop che in realtà lasciano dei dubbi sulla loro effettiva utilità. La domanda è: quali devono essere le competenze ottimali dell’operatore culturale e creativo? Questo è il tema al centro del discorso del panel “Nuove competenze e fabbisogni formativi per il management di imprese culturali e creative” che si è tenuto durante l’edizione 2013 di ArtLab, le giornate di colloqui che si sono tenute a Lecce sul mondo dell’economia della cultura e della creatività grazie alla Fondazione Fitzcarraldo. Continua a leggere →

Commenti disabilitati su NUOVE COMPETENZE E FABBISOGNI FORMATIVI PER IL MANAGEMENT DI IMPRESE CULTURALI E INDUSTRIE CREATIVE