CREACTIVITAS

7 marzo 2014

SYDNEY SIBILIA: SMETTO QUANDO VOGLIO…DI FARE FILM? SPERIAMO DI NO!

1622203_758215327522266_411320097_n

Negli ultimi mesi si è assistito a un ricambio generazionale nel cinema italiano nella sfera registica. Molti sono stati gli esordi alla macchina da presa, e la maggior parte di questi proveniente da Roma in giù: basti pensare al siciliano Pier Francesco Diliberto (in arte Pif) con La mafia uccide solo d’estate, Ciro Ceruti e Ciro Villano, i napoletani di Fuori corso, che esordiscono alla regia con La legge è uguale per tutti…forse, e Edoardo Leo anche lui recentemente passato dietro la macchina da presa, come con Buon giorno papà, suo terzo film da regista. Proprio quest’ultimo è il protagonista di Smetto quando voglio, prima regia e successo nazionale di Sydney Sibilia, un giovane regista salernitano che ha incassato 3 milioni di euro al box office con la sua commedia: un film che riflette il periodo di crisi contemporaneo e gioca – per assurdo – sulla possibile reazione alla disoccupazione di un gruppo di ricercatori universitari squattrinati. Continua a leggere →

Commenti disabilitati su SYDNEY SIBILIA: SMETTO QUANDO VOGLIO…DI FARE FILM? SPERIAMO DI NO!

8 ottobre 2013

CREATIVITÀ E INNOVAZIONE: CREACTIVITAS AL SECONDO FESTIVAL DELLA CREATIVITÀ GIOVANILE A SALERNO.

Giornata tutta dedicata alla Creatività, quella di sabato 5 ottobre, terzo incontro di #Creattiviamo la città. Festival della Creatività Giovanile, al suo secondo anno di attività. L’evento, promosso da Arci Salerno e organizzato da  Informagiovani, è strutturato in quattro giornate durante le quali l’obiettivo è quello di promuovere la creatività fra i giovani per dare spazio alle idee e alla cultura.

 _DSC0010

Nella mattina di sabato si è tenuta la conferenza dal titolo Creatività e Innovazione per la Cultura. Nuove esperienze per il Territorio.

Scopo dei relatori intervenuti era quello di raccontare le esperienze e gli sviluppi nel campo della cultura presentando progetti innovativi. A moderare l’incontro Carlo Pecoraro, giornalista di La città, che ha introdotto i relatori sottolineando l’importanza dell’humus creativo presente nella città di Salerno. Oggi la cultura, dice Pecoraro, ha la necessità di autofinanziarsi, anche per prendere le distanze dai sistemi, privati e non, da cui dipendeva in passato. Oggi, infatti, si è poco disposti a finanziare la cultura e la creatività in Italia e, quindi, occorre trovare nuovi mezzi d’espressione per farsi notare e rendersi interessanti sul mercato.

Stefania Leone, responsabile scientifico dell’ Osservatorio Comunicazione Partecipazione Culture Giovanili ha presentato, a questo proposito, l’Indice della  Creatività che vuole essere, in primo luogo, un approccio di studio su cosa sia la creatività e quali siano i settori nei quali è possibile fare economia della cultura. Ha esposto, inoltre, il bando che da qualche tempo viene proposto dall’OCPG nell’Università di Salerno e che si rivolge ai giovani artisti dai 18 ai 35 anni. L’oppotunità è quella di essere inseriti nell’archivio dinamico delle forme artistiche campane e di esporre le proprie opere attraverso la galleria virtuale on-line sul portale “chiamatallearti.it”.

_DSC0038

A questo proposito, alcune opere di giovani artisti campani sono state esposte nell’ambito di #Creattiviamo nei giorni 3-4-5 ottobre, presso la sede dell’Informagiovani di Salerno. Continua a leggere →

Commenti disabilitati su CREATIVITÀ E INNOVAZIONE: CREACTIVITAS AL SECONDO FESTIVAL DELLA CREATIVITÀ GIOVANILE A SALERNO.

4 ottobre 2013

CREATTIVIAMO LA CITTA’: IL TEAM DI CREACTIVITAS NON POTEVA DIRE NO!

untitled

Artisti, Makers, Creativi: per il secondo anno consecutivo torna #Creattiviamo la Città – Festival della Creatività Giovanile II edizione, l’evento promosso da Arci Salerno e organizzato dal Centro Servizi Informagiovani di Salerno che vuole stimolare lo scambio di energie tra giovani artisti attraverso l’esplorazione dei diversi linguaggi e discipline dell’arte.

La manifestazione si è aperta al pubblico il 3  ottobre 2013 e proseguirà nei giorni 4, 5 e 6. #Creattiviamo la Città si inserisce nell’ambito delle iniziative del Centro Informagiovani del Comune di Salerno per promuovere la creatività e la partecipazione dei giovani alla vita culturale cittadina.

Il Festival è realizzato in collaborazione con l’Osservatorio Comunicazione Partecipazione Culture Giovanili dell’Università degli Studi di Salerno e HUB Network delle Culture Contemporanee, e vede la partecipazione di numerosi partner istituzionali ed associativi del territorio. Luogo deputato dell’evento sarà l’Informagiovani, in via Porta Catena, 62.

Il variegato programma prevede diverse sezioni: Esposizioni, Workshop e Performance live. In particolare nella giornata di sabato 5 ottobre si terrà:

X Form Art – Estemporanea di pittura e musica in Via Porta Catena.

Musica Live – Esibizioni musicali e Jam Session a cura di: Musikattiva Associazione.

Musico/Culturale, durante la serata si esibiranno gli Yorkshire Pudding e i The Kunt.

Nel corso della stessa giornata, dalle ore 10:00 alle 13:00, si terrà il Convegno organizzato in collaborazione con HUB Network Culture Contemporanee: “Creatività ed innovazione per la cultura. Nuove esperienze per il territorio ” e sarà qui che Creactivitas presenterà il progetto nato all’interno dell’Università di Salerno dall’idea di Fabio Borghese, direttore scientifico del laboratorio che, nel 2011, ha dato il via ad un progetto di ricerca  di matrice laboratoriale, che coinvolge da tre anni alcuni studenti del corso di Laurea in Davimus e Scienze dello Spettacolo e della Produzione Multimediale.

Occasione ideale quella del Festival per puntare l’attenzione sul nostro Team che opera attivamente dentro e fuori il territorio campano.

Ufficio Stampa

Sara Formisano

e-mail: communication@creactivitas.org

tel.:  347-5904773

 

Commenti disabilitati su CREATTIVIAMO LA CITTA’: IL TEAM DI CREACTIVITAS NON POTEVA DIRE NO!

21 settembre 2013

DA BARCELLONA A SALERNO: S.I.D.E. UNA TRE GIORNI DI DANZA CONTEMPORANEA.

Dal 27 al 29 settembre, nella storica location del complesso di Santa Sofia, a Salerno, prenderà vita S.I.D.E., l’evento satellite del Barcelona International Dance Exchange.

side

I veri protagonisti saranno danzatori, coreografi e performers internazionali. L’obiettivo? CONDIVIDERE! Incontrarsi, conoscersi, scambiare idee e opinioni: queste le parole chiave della manifestazione. L’evento è appunto strutturato in laboratori – le iscrizioni sono aperte fino al 21 settembre al contatto: office@bide.be – con una modalità non gerarchica di apprendimento volta a creare, così, un’atmosfera di interscambio e di collaborazione per una crescita reciproca.

L’idea nasce da una coraggiosa quanto mai determinata ragazza del nostro team: Annachiara di Donato. «Grazie al lavoro svolto con Creactivitas – afferma – ho acquisito gli strumenti e la visione necessari a sviluppare un progetto complesso e ho capito che potevo fare impresa culturale e realizzare qualcosa di importante. È una sfida che nasce dalla mia “passione civile” di voler dare alle persone del territorio un’opportunità che io ho avuto grazie al programma Erasmus ».

Una grande chance questa, di creare rete in positivo, di compiere quel passo in avanti che la nostra società aspetta da tempo. Un cambio di mentalità che diventa possibile!

Raffaella Estatico

Commenti disabilitati su DA BARCELLONA A SALERNO: S.I.D.E. UNA TRE GIORNI DI DANZA CONTEMPORANEA.

29 maggio 2013

CREACTIVITAS DALLA SPAGNA: BARCELONA INTERNATIONAL DANCE EXCHANGE, INTERVISTA AL DIRETTORE

Sono le 18:30 del 14 maggio 2012. Mi trovo a Barcellona al tavolino di un bar con Sebastián García Ferro, direttore artistico, ideatore e curatore del BIDE, nonché coreografo, compositore, danzatore e performer di contact improvisation. Sebastian ha studiato Contact Improisation con Andrew Harwood, Nancy Stark Smith e Chris Aiken e molti altri. Ha approfondito lo studio di danza contemporanea con Ted Stoffer, Peter Mika e Martin Kilvady. Insegna CI e training fisico in molte scuole e festival in Argentina, Spagna, Germania, Portogallo e Belgio. 

BIDE1

ADD: Hola Sebastian, puoi dirmi, in poche parole, quali sono gli aspetti salienti del BIDE?

SGF: Hola Annachiara, direi che gli aspetti piu’ importanti del BIDE sono dispiegati in due linee: una ha a che fare col lavoro creativo in  formato laboratorio, che è un formato di creazione orizzontale, dove non c’è una persona che dirige, bensì un ‘facilitatore/facilitatrice’ di un tema che genera un’investigazione. E’ un laboratorio che generalmente dura sei ore e ha poi un risultato scenico finale. La seconda linea  è quella dell’agevolazione del networking tra ballerini, coreografi e performer di diversi stili, diverse età e diverse provenienze e formazioni. A noi interessa molto far incontrare le vecchie generazioni con quelle nuove che sperimentano nuovi stili. Queste due linee, poi, aprono spazi di riflessione poiché, a partire da un risultato di un lavoro fatto in così poco tempo, si aprono domande, questioni… e soprattutto, molti dei facilitatori vengono qui con un tema che già stanno investigando e trovano nuovi stimoli, sebbene si offra spazio anche alle tematiche che sorgono al momento. Inoltre il BIDE, e tu che l’hai vissuto lo sai, è un incontro intensivo di cinque giorni ma cerchiamo di farlo proseguire nel tempo e nello spazio con eventi ‘postBIDE’. Offriamo, per esempio, residenze ad artisti (generalmente in trio) ed eventi satellite  in altre città, dove investighiamo più profondamente alcune delle tematiche che sorgono. In questo modo si apre la linea temporale e il Bide diventa una ‘PIATTAFORMA’ che funziona tutto l’anno.

 ADD: Piattaforma dunque, ma chi ha ideato il Bide e quale è stato il primo anno della sua realizzazione?

SGF: L’idea mi venne quando arrivai a Barcellona nel 2005, dopo che avevo lavorato diversi anni a Bruxelles, Berlino e in altri posti. Mi resi conto che a Barcellona non c’era scambio tra i ballerini ed inoltre  soffriva di provincialismo; non veniva gente da fuori qui, cosa che ora sta cambiando (di fatto tu sei qui in questo momento), e quindi pensai: ‘cosa potrebbe succedere se generassimo uno spazio di interscambio?’  Dall’altro lato, essendo io ballerino e coreografo freelance, mi interessava creare qualcosa che ‘trascendesse la mia persona’ creare qualcosa e starci dietro, invisibilmente. Dunque, essendo anche parte della comunità della contact improvisation e prendendo parte all’incontro annuale dell’European Contact Improvisation Teachers Exchange, dopo aver fatto anche una residenza e un lavoro multidiciplinare, presi queste idee e ne parlai con Daniel Werner al principio del 2007. All’ECITE(European Contact Improvvisation Teachers Exchange)  mancava l’approccio del ‘verso fuori’…dunque iniziammo a riflettere su questo progetto e contattammo anche Ulla Makinen, che allora studiava a Francoforte coreografia e danza, con una tesi sul ‘lavoro in laboratorio’. Così  nel marzo 2008 ci incontrammo per una tre giorni di scambi e contattammo le varie piattaforme già esistenti a Barcellona, come il Mercat de las flors , la Caldera, l’APDC (sindacato dei ballerini della Catalunya), gettando le basi per questo evento che ebbe inizio nel marzo 2009.

Continua a leggere →

Commenti disabilitati su CREACTIVITAS DALLA SPAGNA: BARCELONA INTERNATIONAL DANCE EXCHANGE, INTERVISTA AL DIRETTORE